C’E’ INCOMPATIBILITA’ TRA TITOLARITA’ E GESTIONE DI UNA FARMACIA E DISTRIBUZIONE ALL’INGROSSO DI MEDICINALI?

Stampa

Con la legge n.248/2006 (c.d. Bersani) è stata abrogata la disposizione contenuta nell’art. 100 comma 2 D.Lgs n. 219/06 che prevedeva l’incompatibilità tra l’attività di distribuzione all’ingrosso di medicinali e quella di fornitura al pubblico di medicinali in farmacia.

Il legislatore ha dapprima (art. 5 legge 248/2006) eliminato l'incompatibilità tra la gestione di farmacia e l'attività di distribuzione all'ingrosso di medicinali, e poi (art. 2 DLgs 274/2007) ha espressamente previsto che: - i farmacisti e le società di farmacisti titolari di farmacia, nonché le società che gestiscono farmacie comunali possono svolgere attività di distribuzione all'ingrosso dei medicinali, nel rispetto delle disposizioni in materia di distribuzione all'ingrosso di medicinali; - le società che svolgono attività di distribuzione all'ingrosso di medicinali possono svolgere attività di vendita al pubblico di medicinali attraverso la gestione di farmacie comunali.