NEWS n. 70/2021: OBBLIGO VACCINALE ANTI SARS COV 2 DEI FARMACISTI - CHIARIMENTI IN MERITO ALLA PROCEDURA DI SOSPENSIONE DALL’ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE

Facendo seguito e riferimento alla ns. nota prot. n.  202102147 del 4 ottobre 2021, si informa che, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 4 comma 6 del D.L. 1° aprile 2021, n. 44 convertito in L. 28 maggio 2021 n. 76  (clicca qui) (Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del contagio da SARS-CoV-2 mediante previsione di obblighi vaccinali per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario) le Asl territorialmente competenti hanno avviato le procedure di accertamento finalizzate a verificare l’adempimento dell’obbligo vaccinale da parte dei farmacisti iscritti all’Ordine.

Si evidenzia che, come espressamente previsto dalla citata disposizione normativa, l’adozione dell’atto di accertamento dell’inosservanza dell’obbligo vaccinale da parte della ASL, determina automaticamente ed ex lege l’effetto sospensivo nei confronti del farmacista inadempiente.

Compete invece all’Ordine a cui viene trasmesso l’atto di accertamento e presso cui è iscritto il farmacista sospeso, il mero onere di comunicare all’interessato il provvedimento assunto dalla ASL e di riportarne la relativa annotazione nell’albo, previa presa d’atto e senza poter esercitare alcun tipo di valutazione in merito.

A tal riguardo, si richiama la nota prot. 47627 del 22 settembre 2021 con cui il Ministero della Salute ha espressamente chiarito che: “l'attività dell'Ordine consiste in un mero onere informativo, ovverosia nella comunicazione all'interessato, previa presa d'atto da parte dell'Ordine medesimo e senza alcuna valutazione di merito, della sospensione derivante ex lege dall'atto di accertamento dell’Asl, riportando l'annotazione relativa nell'albo, nel rispetto della normativa sulla tutela della riservatezza dei dati personali”  (clicca qui).

 Tanto premesso, qualora a seguito della comunicazione informativa di sospensione inoltrata dall’Ordine, l’iscritto abbia riscontrato eventuali errori nella valutazione del proprio status vaccinale (ad es. risulta già vaccinato o esentato dalla vaccinazione nei termini di legge), è opportuno che documenti tempestivamente alla ASL competente per territorio le eventuali discrepanze riscontrate, al fine di ottenere la rettifica del provvedimento emesso, non potendo l’Ordine esercitare alcun potere valutativo successivamente all’adozione dell’atto di accertamento  da parte dell’ASL, da cui consegue l’effetto sospensivo.

Come più volte ribadito da quest’Ordine, si evidenzia che la profilassi vaccinale per Sars Cov2 rappresenta non solo un obbligo espressamente previsto dalle vigenti disposizioni di legge, ma è altresì un dovere deontologico che, con l’eccezione dei casi previsti, deve essere assolto con tempestività, dovendo il farmacista, quale professionista sanitario, svolgere una fondamentale attività di informazione, sensibilizzazione e persuasione nei riguardi delle persone esitanti a cui vanno illustrate e spiegate le ragioni della scienza, che inequivocabilmente confermano che la protezione dal virus è subordinata alla copertura vaccinale.

Cordiali saluti.

 

Il Presidente

Sen. Dr. Luigi D’Ambrosio Lettieri

 

 

 

 

Ordine Interprovinciale dei Farmacisti di Bari e Barletta Andria Trani

Via G. Devitofrancesco 4/c - 70124 Bari (BA)

C.F. 93403590727

posta@ordinefarmacistibaribat.it

ordinefarmacistiba@pec.fofi.it

Uffici:

dal LUN al VEN dalle 9:30 alle 12:30

MAR e il GIO dalle 15:00 alle 16:00

TEL +39 080.542.1451  |  FAX +39 080.542.1683

 

Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione
Trattamento dati personali e termini d'utilizzo del sito