RINNOVO CASELLE DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA - LEGGE N. 2/2009

Stampa

Come è noto la Legge n. 2/2009, all’art. 16 comma 6, prevede l’obbligo per i professionisti iscritti in Albi di dotarsi di una casella di Posta Elettronica Certificata e di comunicare il proprio indirizzo PEC all’Ordine Professionale di appartenenza.

Il Consiglio dell’Ordine, pertanto, nella seduta del 12 gennaio 2015, al fine di consentire ai propri iscritti all’Albo di adempiere al succitato obbligo di legge, ha deliberato di rinnovare, a proprio carico, anche per il 2015, la dotazione di una casella di posta elettronica certificata per tutti i farmacisti iscritti all’Albo.

Di conseguenza, anche per quest’anno, come già avvenuto negli anni passati, la dotazione della PEC sarà realizzata in forma gratuita per ciascun iscritto all’Albo e la procedura di attivazione avrà la validità di un intero anno.

In proposito, si ritiene utile rammentare che la propria casella di PEC è consultabile all’indirizzohttps://webmail.pec.fofi.it inserendo le credenziali di autenticazione (indirizzo pec e password) ricevute dall’Ordine.

Al riguardo, inoltre, si evidenzia che il Consiglio dell’Ordine, nell’ottica di ampliare i servizi in favore degli iscritti e di agevolare i colleghi nel processo di attivazione della casella PEC, ha deliberato, anche, di fornire assistenza tecnica gratuita a tutti i farmacisti che ne facciano richiesta.

I colleghi interessati, quindi, in caso di necessità, potranno chiedere assistenza all’Ordine inviando una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattando gli Uffici al numero telefonico 080.5523210 nei giorni di martedì e di giovedì dalle 15,00 alle 16,30.

Al fine di consentire una più agevole consultazione della propria casella PEC, comunque, si inviano, in allegato, alcune schermate di esempio che riportano i passaggi necessari per accedere alla casella di Posta Elettronica Certificata e i suggerimenti per personalizzare i relativi parametri di configurazione (variazione password, notifica mail, impostazione messaggi, ecc.).

Considerato che la PEC rappresenta ormai il canale preferenziale di comunicazioni ufficiali tra Pubblica Amministrazione e Professionisti, per le quali il mittente vuole avere evidenza dell’invio e della consegna del messaggio, con valore legale equiparato, ai sensi del DPR 11 febbraio 2005 n. 68, ad una raccomandata con ricevuta di ritorno, vi raccomandiamo di accedere con sistematicità alla vostra casella di Posta Elettronica Certificata.

 

Cordiali saluti.

Il Presidente

Sen. Dott. Luigi D’Ambrosio Lettieri