• +39 080 542 1451
  • posta@ordinefarmacistibaribat.it

    DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SCONTI SUL PREZZO AL PUBBLICO DEI MEDICINALI

    Nostro malgrado, si rende necessario tornare sull’argomento richiamato in oggetto e, facendo riferimento a nostre precedenti note (cfr. News n. 28 del 29 marzo 2012 e n64 del 25 settembre 2012), richiamiamo l’attenzione dei Colleghi sulle norme che disciplinano l’applicazione dello sconto sul prezzo al pubblico dei medicinali.

     

    L’art. 32 del DL 201/2011 convertito nella L. 241/2011 ha introdotto, per le farmacie e per gli esercizi commerciali di cui all’articolo 5, comma 1, del DL 223/2006 convertito nella L 248/2006 (parafarmacie), la facoltà di praticare sconti sui prezzi al pubblico dei medicinali dispensati (compresi, per le farmacie, anche i farmaci di fascia C), purché gli sconti siano esposti all’utente in modo leggibile e chiaro e siano praticati indistintamente a tutti gli acquirenti.

    L’art. 11 del DL 1/2012, convertito nella L. 27/2012 ha esteso la possibilità di praticare eventuali sconti su tutti i medicinali pagati direttamente dai clienti (per le farmacie, quindi, anche sui medicinali di fascia A purché dispensati in regime privato), dandone adeguata preventiva informazione alla clientela e praticando le medesime condizioni di sconto a tutti gli acquirenti.

    Al riguardo il Ministero della Salute, con nota del 23/02/2012, ha chiarito che il Legislatore,«facendo esclusivo riferimento allo sconto, senza richiamare in alcun modo altre forme promozionali di vendita, ha inteso confermare che il commercio al dettaglio dei farmaci non può essere assimilato a quello dei comuni beni di consumo, per i quali è consentita e si è affermata nella prassi una pluralità di formule promozionali diverse dallo sconto sul prezzo della singola confezione (offerte “3x2”, “1+1”, articoli “abbinati”, buoni acquisto, ecc…)».

    Pertanto:

    È CONSENTITA:

    ove lo si ritenga davvero necessario, la possibilità di praticare eventuali sconti su tutti i prodotti medicinali pagati direttamente dagli utenti (nelle farmacie, quindi, anche sui medicinali di fascia C e di fascia A purché dispensati in regime privato), a condizione che sia data adeguata e preventiva informazione alla clientela e siano praticate le medesime condizioni di sconto indistintamente a tutti gli acquirenti.

    È ASSOLUTAMENTE VIETATA:

    • la vendita promozionale di prodotti medicinali secondo la modalità del “3x2”, “1+1”, con articoli “abbinati”, con buoni sconto, ecc… e di conseguenza l’esposizione al pubblico di cartelli che richiamano l’attenzione della clientela sulla vendita di medicinali con le predette modalità promozionali.
    • la realizzazione di sistemi di fidelizzazione dei clienti che comportino discriminazioni fra gli stessi nell’applicazione degli sconti sull’acquisto dei farmaci (es. carte di fedeltà);
    • l’applicazione degli sconti o di sistemi di fidelizzazione sulle quote di partecipazione a carico dell’assistito (ticket) relative alla dispensazione di medicinali di fascia A spediti in regime di convenzione con il SSN.

    Nel richiamare la vostra attenzione su quanto esposto, sollecitiamo il massimo rigore nel rispetto delle norme segnalate e, in proposito evidenziamo che la condotta professionale assunta in difformità o in contrasto con le menzionate disposizioni di legge è soggetta a valutazione sul piano deontologico e  comporta per il sanitario l’applicazione delle sanzioni disciplinari previste all’art. 40 del D.P.R. 5 aprile 1950, n. 221.

     

    Cordiali saluti

     

    Il Presidente

    Sen. Dott. Luigi D’Ambrosio Lettieri

     

     

     

     

    Ordine Interprovinciale dei Farmacisti di Bari e Barletta Andria Trani

    Via G. Devitofrancesco 4/c - 70124 Bari (BA)

    C.F. 93403590727

    posta@ordinefarmacistibaribat.it

    ordinefarmacistiba@pec.fofi.it

    Uffici:

    dal LUN al VEN dalle 9:30 alle 12:30

    MAR e il GIO dalle 15:00 alle 16:00

    TEL +39 080.542.1451  |  FAX +39 080.542.1683

     

    Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione
    Trattamento dati personali e termini d'utilizzo del sito


    Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ordinefarmacistibaribat.it/home/modules/mod_cookiesaccept/mod_cookiesaccept.php on line 24

    NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

    Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

    Approvo

      

    Il Sito utilizza:

    cookie di sessione il cui utilizzo non è strumentale alla raccolta di dati personali identificativi dell'Utente, essendo limitato alla sola trasmissione di dati identificativi di sessione nella forma di numeri generati automaticamente dal server.

    I cookie di sessione non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell'Utente e vengono cancellati automaticamente alla chiusura del browser.
    cookie di terze parti per la condivisione su alcuni tra i principali social network (Facebook , Twitter, Google+, YouTube).

    Ogni volta che l'Utente decide di interagire con i plug-in ovvero accede al Sito dopo essersi "loggato" attraverso il proprio account Facebook o Twitter, alcune informazioni personali potrebbero essere acquisite dai gestori delle piattaforme di social network (per esempio, la visita dell'Utente al Sito).

    L'Ordine Interprovinciale dei Farmacisti di Bari e Barletta Andria Trani non ha accesso ai dati che sono raccolti e trattati in piena autonomia dai gestori delle piattaforme di social network. Per maggiori informazioni sulle logiche e le modalità di trattamento dei dati raccolti dai social network, gli utenti sono invitati a leggere le note informative sulla privacy fornite dai soggetti che forniscono i servizi in questione:

    Facebook policy

    Twitter policy

    Google+ e YouTube policy

    Pinterst policy

      ll nostro canale tematico

       Le foto nelle gallery di G+

     

    Il portale dedicato ai laureati in Farmacia e CTF: scenari, orientamento e sviluppo professionale a sostegno dell'occupazione