• +39 080 542 1451
  • posta@ordinefarmacistibaribat.it

    SENTENZA TRIBUNALE DI BENEVENTO SU SOMMINISTRAZIONE DI FARMACO SCADUTO

    Si informa che il Tribunale di Benevento, con la sentenza n. 668/2018 (all.1), si è pronunciato in materia di somministrazione di farmaco scaduto assolvendo gli imputati dal reato di cui all’art. 443 c.p. (Commercio o somministrazione di medicinali guasti).

     

    Il Giudice monocratico, richiamando la giurisprudenza sul punto, ha affermato che la fattispecie di cui all’art. 443 c.p. configura un reato di pericolo presunto per la cui sussistenza è necessario che il medicinale posto in commercio o somministrato sia guasto o imperfetto tale da risultare – pur se non nocivo alla salute pubblica – di efficacia terapeutica mancante (cfr. Cass. Sez. I pen. 14 dicembre 1978, Baglione, Cass. pen. Mass. ann. 1980, 1011).

    In particolare, è stata ritenuta condivisibile la tesi sostenuta dal consulente tecnico di parte Dr. Maurizio Manna, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Benevento, che nella perizia da lui redatta aveva evidenziato la circostanza secondo la quale “la data di scadenza di un farmaco viene stabilita da ogni casa farmaceutica in base ad autonomi studi di stabilità del principio attivo, tenendo conto da un lato di larghi e sicuri margini precauzionali e dall’altro di esigenze di utilità commerciale, non potendosi, quindi, considerare una demarcazione farmacologicamente tassativa tra la totale efficacia curativa del farmaco e la sua totale inefficacia” e, con specifico riferimento ai concetti di farmaco guasto o imperfetto, aveva chiarito che “il farmaco può dirsi “guasto” quando subisce alterazione e/o deterioramento determinati sulla cattiva conservazione dello stesso […] mentre si dice “imperfetto” laddove vi siano stati errori nella procedura laboratoriale di produzione”. Il Consulente aveva, quindi, sottolineato che mentre in queste due ultime ipotesi il farmaco manca totalmente di efficacia terapeutica lo stesso non può dirsi, invece, per l’ipotesi della vendita di un farmaco per cui sia da poco trascorso la data di scadenza perché lo stesso è ancora dotato di efficacia curante.

    Il Giudice ha, inoltre, precisato che non sono state fornite prove circa “l’assenza ovvero la notevolmente degradata efficacia terapeutica del farmaco in questione, unici dati idonei a qualificare il farmaco come imperfetto o guasto […]”.

    Pertanto il Tribunale ha affermato che “la semplice scadenza non è di per sé indice di imperfezione del farmaco […] anche in virtù della recente novella legislativa (L. n. 3/18) che modificando l’art. 123 TULS e qualificando quale illecito amministrativo “la detenzione di medicinali scaduti, guasti o imperfetti nella farmacia che, per la modesta quantità di farmaci, le modalità di conservazione e l’ammontare complessivo delle riserve, si può certamente escludere la loro destinazione al commercio”, ha evidentemente recepito la distinzione tra farmaco scaduto e quello guasto o imperfetto”.

     

    Cordiali saluti.

    Il Presidente

    On. Dr. Luigi D’Ambrosio Lettieri

     

     

     

     

     

     

    Ordine Interprovinciale dei Farmacisti di Bari e Barletta Andria Trani

    Via G. Devitofrancesco 4/c - 70124 Bari (BA)

    C.F. 93403590727

    posta@ordinefarmacistibaribat.it

    ordinefarmacistiba@pec.fofi.it

    Uffici:

    dal LUN al VEN dalle 9:30 alle 12:30

    MAR e il GIO dalle 15:00 alle 16:00

    TEL +39 080.542.1451  |  FAX +39 080.542.1683

     

    Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione
    Trattamento dati personali e termini d'utilizzo del sito


    Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ordinefarmacistibaribat.it/home/modules/mod_cookiesaccept/mod_cookiesaccept.php on line 24

    NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

    Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

    Approvo

      

    Il Sito utilizza:

    cookie di sessione il cui utilizzo non è strumentale alla raccolta di dati personali identificativi dell'Utente, essendo limitato alla sola trasmissione di dati identificativi di sessione nella forma di numeri generati automaticamente dal server.

    I cookie di sessione non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell'Utente e vengono cancellati automaticamente alla chiusura del browser.
    cookie di terze parti per la condivisione su alcuni tra i principali social network (Facebook , Twitter, Google+, YouTube).

    Ogni volta che l'Utente decide di interagire con i plug-in ovvero accede al Sito dopo essersi "loggato" attraverso il proprio account Facebook o Twitter, alcune informazioni personali potrebbero essere acquisite dai gestori delle piattaforme di social network (per esempio, la visita dell'Utente al Sito).

    L'Ordine Interprovinciale dei Farmacisti di Bari e Barletta Andria Trani non ha accesso ai dati che sono raccolti e trattati in piena autonomia dai gestori delle piattaforme di social network. Per maggiori informazioni sulle logiche e le modalità di trattamento dei dati raccolti dai social network, gli utenti sono invitati a leggere le note informative sulla privacy fornite dai soggetti che forniscono i servizi in questione:

    Facebook policy

    Twitter policy

    Google+ e YouTube policy

    Pinterst policy

      ll nostro canale tematico

       Le foto nelle gallery di G+

     

    Il portale dedicato ai laureati in Farmacia e CTF: scenari, orientamento e sviluppo professionale a sostegno dell'occupazione